sabato 6 novembre 2010

Quenelles di ricotta con Saba

Un dolce davvero veloce ma mooolto scenografico sono le quenelles di ricotta con saba.

Oltre ad essere scenografico, rimanda coi suoi ingredienti, a sapori genuini che ormai sono dimenticati!

La Saba (o Sapa) è uno sciroppo d'uva dolce matura d'origine romagnola già conosciuto in tempi antichi  che veniva utilizzato come dolcificante o nella preparazione di molti dolci.
Peregrino Artusi (romagnolo DOC) ne parla nel suo "La scienza della cucina e l'arte di mangiar bene" alla ricetta n. 731 dando anche indicazioni su come farla in casa.
Oggi la Saba è abbastanza rara, come purtroppo accade a molte leccornie di altri tempi, ma presso alcuni negozi specializzati o alcuni produttori è possibile trovarla così non vi dovrete cimentare a casa in una serie di operazioni piuttosto lunghe e che non rientrano più nel nostro fare quotidiano!!!!

Ingredienti: Ricotta di mucca freschissima, Saba

Come procedere: Montare la ricotta col frullatore, poi con due cucchiai fare delle quenelles, adagiarle a forma di fiore su di un piatto e versarvi la Saba a filo.
Ecco qui un dolce sfizioso e sicuramente non molto comune!!!!!!
Buon appetito!!!!

Varianti: Se preferite un dolce - meno - dolce utilizzate una ricotta di mucca - misto pecora 

2 commenti:

  1. sono sempre io, sto curiosando...io l'ho fatta la sapa, e l'ho anche postata, ma adesso è tardi...non c'è più l'uva nera quella bella matura, che buoni sono i dolci fatti con la sapa, in modo particolare quelli sardi sono fatti con la sapa, che lì si chiama saba...ciao!

    RispondiElimina
  2. Anche qui da noi si chiama Saba ed in romagna si usa molto nei dolci, famosi sono i Sabadoni (se non sbaglio proprio ieri deve esserci stata la fiera da qulche parte..) ma debbo essere sincere io non sono ancora riuscita a sentirli!!magari una volta provo a farli!!! ;D

    RispondiElimina