venerdì 12 novembre 2010

Frutta davvero "furba"...le pere volpine!!!!


Pere volpine

Qualche settimana fa un'amica di famiglia è tornata dalla  "Festa dei frutti dimenticati"  che si svolge a Casola Valsenio (RA) con un sacchetto di pere volpine e diverse ricette per farle!

Quando le ho viste non stavo più nella pelle!


Giuggiola

Prima di tutto perchè ADORO i sapori di un tempo, la frutta rara (in terrazza ho un alberello di giuggiole che, con mio grande orgoglio, quest'anno mi ha donato dei frutti dolcissimi!)  ed in secondo luogo perchè ogni occasione per sperimentare gusti e ricette nuove è ben gradito!!!

Le pere volpine sono una varietà di pere piccole e  molto dure, che per questo motivo vanno mangiate solo cotte, una volta erano molto diffuse poi per lungo tempo, come spesso capita hanno rischiato di sparire.

Oggi grazie a coltivatori ed appassionati, ad iniziative come la Festa dei Frutti dimenticati o all'Associazione Archeologia Arborea, non solo non sono scomparse ma stanno, poco alla volta, tornando sulle nostre tavole.

Dunque ecco la ricetta delle Pere Volpine al forno:

Ingredienti: pere volpine; 2 bicchieri di vino Sangiovese di ottima qualità; zucchero 3 cucchiai; cannella in stecche (facoltativo).

Come procedere: Lavare le pere volpine e metterle in una teglia e bucherellarle appena un pò; versarvi 2 bicchieri di vino (io ho un pò abbondato, ne ho fatti due e mezzo); 3 cucchiai di zucchero (a me piace quello di canna quindi ho usato quello) e 3 pezzetti di cannella per il sapore (ma se non piace si può non mettere).

Coprire la teglia con la carta stagnola in modo che non evapori il vino e far cuocere in forno bassissimo per almeno due ore, a quel punto le pere saranno cotte e lo sciroppo di vino e zucchero si sarà addensato sul fondo (con due bicchieri e mezzo di vino rimane un pò più liquido ma anche qui è questione di gusti!!!).

Buon appetito!!!!

2 commenti:

  1. A proposito di frutta "dimenticata", ricordo di aver letto lo scorso inverno (o su Repubblica o sulla rivista di Slow Food) di un altro tipo di pera ormai non più di moda: la pera cocomerina. A quanto pare, è un frutto tipico della nostra regione!
    p.s.Sai che non credo di aver mai mangiato in vita mia le giuggiole?!? Il mio unico contatto con questo frutto è più che altro linguistico ;-)

    RispondiElimina
  2. Ma dai? sai che non la conoscevo??? ho trovato qualche info però: http://www.peracocomerina.it/cosa_e.htm

    per le giuggiole il prossimo autunno rimediamo col mio alberello!!! ;D

    RispondiElimina