giovedì 23 marzo 2017

Ricette d'altri tempi: le patate alla turca

ricette di una volta
L'altro giorno stavo "spulciando" la mia personale biblioteca culinaria e siccome di libri ne ho davvero tanti (come dice mia mamma potrei aprire almeno 5 ristoranti e non fare mai la stessa ricetta due volte), ci sono libri che ho più spesso l'occasione di sfogliare, altri invece che per lungo tempo giacciono a riposo.

Di tutti i volumi che possiedo quello che però mi è più caro è una vecchissima edizione de La scienza in cucina e l'arte di mangiare bene di P. Artusi del 1952 che è appartenuto alla mia nonna che da qualche anno è venuta a mancare.

Mia nonna era una donna molto moderna e pur essendo bravissima a cucinare, questa non è mai stata per lei una passione (la politica, quella si era la sua vita!).

Quindi non potete immaginare la commozione che ho provato quando, nascosti tra le pagine di questa "bibbia" della cucina, ho trovato appunti su come realizzare dolci, ritagli di giornale che insegnavano alla massaia moderna come far felice il proprio marito con succulenti manicaretti ed anche un paio di elenchi della spesa!

Oltre all'aspetto emotivo debbo dire che le ricette che mia nonna ha conservato sembrano decisamente buone ed hanno anche il sapore di una cucina di una volta, fatta di amore, cura e buoni sentimenti.

patate alla turca 
Rispecchiano nei nomi, a volte fantasiosi, lo spirito di un'Italia che cercava di uscire dagli anni bui della guerra e di scrollarsi di dosso una certa provincialità, retaggio di un paese ancora contadino ma con velleità industriali.

Così ho provato una ricetta le Patate alla turca.
Rispetto alla ricetta originale che vedeva le patate bollite io ho preferito la cottura a vapore che, a mio avviso, le lascia più saporite.

Ingredienti per 6 persone: 6 patate della stessa grandezza; 30gr di tonno; 10 olive nere; 10 olive verdi; due acciughe (anche qui io ne ho aggiunta qualcuna in più perché in casa mia piacciono tanto); 20gr di capperi in salamoia; succo di limone; olio e.v.o.; sale e pepe.

Come procedere: Lavare molto bene le patate poiché non andranno sbucciate e cuocerle al vapore.
Mentre le patate cuociono in una ciotola unire tutti gli ingredienti in una ciotola: tritando il tonno e tagliando a pezzetti le olive e le acciughe, mescolare il tutto e condire con olio, limone, sale (poco, ci sono già le acciughe a dare sapore) e pepe.

Una volta cotte tagliare a metà le patate per il senso della lunghezza, svuotarle nel centro con un cucchiaino o uno scavino e la polpa eliminata unirla al composto della ciotola.
Mescolare bene il composto e farcire con esso le patate.
Decorare con le olive e condire con un fili d'olio.

Questa ricetta è perfetta per un antipasto diverso o come un secondo vegetariano!

Buon appetito!!!
patate alla turca

  

lunedì 20 marzo 2017

Profumo di casa: la torta di mele

Torta di mele appena sfornata
Penso che nessun dolce sappia dare l'idea di casa come la torta di mele!

Di varianti di questa ricetta esistono infinite versioni, tutte valide e tutte buonissime!

La mia ricetta del cuore l'ho trovata solo di recente e per puro caso ma me ne sono immediatamente innamorata!

Ingredienti: 500gr di mele; 200gr di farina00; 200gr di zucchero; 100gr di burro a temperatura ambiente; 100ml di latte intero; 1 uovo; scorza grattugiata di un limone non trattato; 1 bustina di lievito vanigliato.

Come procedere: Lavorare lo zucchero ed il burro fino ad ottenere un impasto omogeneo; aggiungere l'uovo, il latte, la scorza di limone e mescolare il tutto.

Lavare le mele, togliere loro il torsolo, sbucciarle, tagliarle a cubetti ed unirle all'impasto.

Aggiungere la farina e la dose, mescolare il tutto accuratamente.

Coprire una tortiera col cerchio estraibile con la carta forno, versare il composto e cuocerlo in forno già caldo a 180° per 35/45 min. 

Fare la prova dello stecchino per vedere se la torta è cotta.

Un volta sfornata e raffreddata, se volete potete spolverizzare la torta con zucchero a velo.

Buon appetito!!! 

venerdì 17 marzo 2017

Festa di San Giuseppe: le Raviole (al Raviol)

Mica solo tortellini!
"Quasst l é al daulz ch'al s fà a Bulaggna par la fèsta ed San Iusèv, fén da quand i ranuc'i purtèven la pirocca".

Questo il divertentissimo incipit che il libro "Mica solo tortellini!" utilizza per introdurre il dolce tipico della festa del papà a Bologna: la Raviola!!

Un dolce tanto semplice quanto gustoso!

Ecco quindi la ricetta che potrete realizzare per i vostri papà!

Piccola annotazione prima di iniziare: siccome per i non felsinei (o non emiliano - romagnoli) può essere complicato rintracciare la mostrada bolognese, potete tranquillamente sostituirla con un altro tipo di marmellata, cioccolata o crema (il risultato sarà comunque goloso!).

le Raviole
Ingredienti: 500gr di farina 00; 250gr di zucchero; 150gr di burro; latte se necessario per l'impasto; 3 uova; scorza grattugiata di mezzo limone; dose per dolci per mezzo kg; mostarda bolognese (o Sapore).

Come procedere: Impastare assieme tutti gli ingredienti tranne la marmellata, una volta ottenuta una pasta uniforme e consistente lasciarla riposare un po'.

Spolverizzare un tagliere con la farina e stendere col mattarello l'impasto fino ad una altezza di 3-4 mm.
Usando un bicchiere rovesciato a mo' di stampino tagliare dei dischi, farcirli con un cucchiaio di mostarda bolognese.

raviola
Ripiegare i dischi a metà schiacciando bene gli orli con i rebbi della forchetta, i modo da chiudere bene la raviola.

Spennellare le raviole così ottenute o con il tuorlo d'uovo o con il latte, cospargerle con lo zucchero ed infornarle in forno caldo a 180° per 30 min. c.a.

Sono ottime intinte nel vino!!

P.S: Le mie raviole, come potete vedere dalle foto, sono alquanto scure, questo è dovuto dall'utilizzo di zucchero di canna che, come sapete preferisco rispetto allo zucchero semolato. 

Buon appetito!  

le raviole con il loro gustoso ripieno