giovedì 29 dicembre 2016

Tortine salate di feta e cipolla rossa caramellata all'aceto balsamico

tortine salate 
In questi giorni di festa mi sono presa una piccola vacanza dalle puntate sul mio corso di cucina per realizzare qualche ricetta "per le feste" che oggi, finalmente, riesco anche a riportare sul blog e che spero vi possano essere di aiuto in queste ultime giornate di grandi scorpacciate!!

Ecco quindi la prima ricetta!

Originariamente queste tortine erano più simili a delle quiche e non prevedevano l'utilizzo dell'Aceto Balsamico, ma siccome la ricetta originale non mi convinceva fino in fondo, ecco la rivisitazione che ne ho fatto rendendo la quiche una tortina salata!

INGREDIENTI (per circa 5/6 tortine): 2 rotoli di pasta sfoglia;  40 gr c.a. di feta sbriciolata; 1 uovo sbattuto; 63 ml di crema di latte; olio e.v.o q.b; sale; pepe; aceto balsamico qb; zucchero qb

COME PROCEDERE: Preriscaldare il forno a 180°, scaldare l'olio in una padella e soffriggere la cipolla, quando questa si presenterà dorata aggiungete un po' di zucchero, un po' d'acqua e fate caramellare.
Una volta caramellata con lo zucchero mettete anche qualche cucchiaio di aceto balsamico e finite di cuocere. Quando l'aceto si è caramellizzato spegnete il fuoco e fate raffreddare il tutto.
Con un coppapasta ricavare 12 dischi di pastasfoglia, imburrate appena degli stampini al silicone e posizionate uno dei dischi in modo da formare la base della tortina. Disponete la cipolla caramellata  dentro la cestina e la feta sbriciolata. In una ciotola sbattere l'uovo, salarlo e peparlo, aggiungere la crema di latte e mescolare il tutto. Versare la crema nelle basi dei nostri tortini e coprire con l'altro disco di pasta sfoglia.
Praticare una piccola incisione sulla copertura e spennellare il tutto con un uovo sbattuto (questo donerà un bel colore dorato al momento della cottura).

Infornare e cuocere per 10/15 min. c.a.

Servite caldi (ma sono anche ottimi tiepidi).

Buon appetito!

il tortino aperto

1 commento:

  1. Le ho mangiate preparate delle sapienti mani della cuoca ruspante; sono gustose raffinate superlative.Si gustano a occhi chiusi e ritorna allla mente un sapore antico d'antan ...

    RispondiElimina